2020: ANNO CHIAVE PER LA TECNOLOGIA SUL POSTO DI LAVORO.

Il 2020 è stato un anno cruciale per la tecnologia sul posto di lavoro, con la pandemia che ha costretto le aziende a trasformare i loro sistemi, processi e operazioni quotidiane.
I datori di lavoro hanno dovuto adottare nuovi metodi di lavoro per garantire la sicurezza dei propri dipendenti sia che lavorassero  da remoto che in ufficio.
Ma come saranno gli ambienti di lavoro nel futuro? Possiamo fare alcune previsioni.

  • Un maggior focus sulla collaborazione
    Sempre più mansioni potranno essere svolte in una combinazione tra lavoro da remoto e in presenza: da cui la necessità per le aziende di adottare tecnologie e strumenti che facilitino una maggiore collaborazione tra i dipendenti.

Gli imprenditori lungimiranti dovranno creare spazio di connessione, che permettano il consolidamento del capitale sociale e fungano da catalizzatore per un maggior legame di squadra. Di conseguenza, i designer degli ambienti di lavoro dovrebbero concentrare la loro attenzione sui trend che soddisfano le priorità e la missione dell’azienda.

  • Supporto a salute e benessere

La necessità per le aziende di dare priorità alla salute e al benessere dei dipendenti non è  una novità. Ma la pandemia ha evidenziato che deve essere una priorità ancora più grande in futuro.

I datori di lavoro devono promuovere una cultura che dia priorità alla salute mentale e fisica e al benessere di tutti i dipendenti.

Molto semplicemente, la vita è dura durante una pandemia, anche per le persone abbastanza fortunate da continuare a lavorare. Gli imprenditori di maggior successo saranno quelli che si impegneranno ad alleviare le difficoltà provate dai dipendenti, in quanto vi è un chiaro legame tra il loro benessere mentale e fisico e i livelli di impegno e produttività.

  • Rendere la cultura parte integrante del brand

È fondamentale che le aziende diano priorità al mantenimento di un forte senso della cultura garantendo che i dipendenti si sentano valorizzati e impegnati, anche se dovesse essere fatto virtualmente. Organizzare meetup informali, esercizi di team building o eventi di networking è un ottimo modo per garantire che i dipendenti si sentano connessi con l’azienda

Il brand di un’azienda è strettamente legato alla sua cultura e la cultura è favorita dagli ambienti: aziende e dipendenti avranno bisogno di spazi che riflettano i valori aziendali. I designer saranno sfidati a creare spazi che supportino l’organizzazione e l’impegno sociale.

  • Sostenibilità

Le imprese dovranno adottare pratiche più sostenibili nel 2021: dal modo in cui producono prodotti e servizi, al modo in cui gestiscono gli uffici.

Sempre più le aziende stanno cercando rendere il loro business sostenibile, dai materiali che utilizzano per produrre prodotti, al modo in cui questi materiali vengono assemblati e spediti.

  • Creare un luogo per lo sviluppo del talento e il mentoring

Alcune delle aziende più innovative pongono l’accento sulla formazione continua e sul sapere di essere parte di qualcosa di più grande.

Per rispondere a questa esigenza, le organizzazioni devono progettare un ambiente di lavoro che si focalizzi sulla formazione e sostenga lo sviluppo dell’organizzazione attraverso i team.

E non bisogna sottovalutare la potenza dello spazio stesso. L’estetica di uno spazio aiuta la produzione di nuove idee. L’arte, le piante, l’arredamento possono favorire la collaborazione e il benessere. Infatti, un recente studio dell’Università di Exeter sull’impatto dell’arte sul posto di lavoro ha scoperto che la produttività è aumentata del 17% quando alcune opere sono state appese alle pareti.

Un approccio universale non è l’ideale quando si tratta di progettazione dell’ambiente di lavoro, e non l’ha mai fatto. L’open-space non è per tutti. I box non sono per tutti. Il coworking non è per tutti. Il futuro sarà da qualche parte nel mezzo.


Related Posts