Un posto di lavoro ordinato riduce il tuo stress

La maggior parte di noi passa molto tempo in ufficio. La persona media trascorre più di 90.000 ore della propria vita sul posto di lavoro, che si traducono in circa un terzo della stessa.

Ma quanto è pulito il tuo posto di lavoro? La pulizia dell’ambiente lavorativo è importante per diversi motivi, non ultimo il fatto che sei influenzato dal tuo ambiente ogni minuto che lo vivi.

Non sopporteresti disordine e spazi sporchi nella tua casa. Perché dovresti tollerarlo nel tuo ufficio? I vantaggi di uno spazio di lavoro pulito ed in ordine non devono essere sottovalutati.

Studi hanno dimostrato che le persone che lavorano in un ambiente disordinato di solito soffrono di uno stress non riconosciuto e possono sentirsi sopraffatte dal dover cercare sempre documenti, scavalcare pile di disordine o navigare su una scrivania caotica. Questo non è solo frustrante e stressante, è addirittura pericoloso.

I germi dilagano sul posto di lavoro se le aree comuni non sono igienizzate, come le sale relax, le manopole delle porte, le maniglie dei lavelli e i forni a microonde. Esaminiamo alcuni motivi per cui uno spazio di lavoro pulito e ordinato fa bene alla salute mentale e al benessere del proprio corpo.

Un freno alla produttività

Il disordine ci fa perdere minuti preziosi al lavoro ogni volta che dobbiamo cercare un foglio smarrito su una scrivania caotica, o anche file digitali che sembrano impossibili da individuare nei nostri computer. Ciò si traduce in una grave mancanza di produttività.

Secondo la Harvard Business Review, i lavoratori perdono fino a due ore a settimana alla ricerca di documenti persi. Quando siamo in grado di essere produttivi, ci sentiamo fiduciosi e pronti per affrontare il prossimo compito della lista. Il disordine può facilmente impantanarti e farti sentire come se stessi annegando sotto il peso dei tuoi obblighi.

Impatto sullo stress

Gli spazi disordinati possono anche avere effetti negativi sulla nostra capacità di concentrazione, sulla qualità del sonno e persino sulle nostre scelte alimentari.

Molti studi hanno dimostrato che lo stress aumenta il nostro rischio di cancro, allergie, malattie cardiache e suscettibilità a raffreddori e influenza. Lo stress può anche indebolire la tua energia, causare affaticamento e aumentare i pensieri negativi che contribuiscono a sentimenti di ansia. Quando non puoi portare a termine prontamente le attività a causa del disordine e dell’impurità nel tuo spazio di lavoro, ti senti impotente, improduttivo e stressato dal fatto che non sei riuscito a portare a termine tutte le tue attività nel periodo di tempo che desideri.

Il disordine influisce sulle emozioni

I ricercatori che hanno esaminato l’interazione tra stress e disordine sul posto di lavoro hanno scoperto che lo stress e l’esaurimento emotivo inducono i dipendenti a rimandare le decisioni e a tenere a portata di mano più documenti e risorse per le attività in corso. Il risultato? Spazi di lavoro disordinati, certo.

Tuttavia, ancora di più, anche le nostre relazioni con gli altri sono influenzate dal disordine. In un altro studio è emerso che i lavoratori con scrivanie disordinate siano meno coscienziosi, meno gradevoli e più nevrotici.

Implicazioni sulla salute

Potresti essere tentato di rimandare la spolveratura, l’igienizzazione e altri tipi di pulizia in ufficio, ma quando ti prendi il tempo per fare la tua parte riduci il rischio di un infortunio, di una malattia e puoi persino aumentare i tuoi livelli prestazionali.

Semplici suggerimenti che puoi iniziare oggi

  1. Crea un elenco di cose da fare:Inizia a tenere una  lista scritta di attività da fare ogni giorno per quello successivo. Otterrai un senso di realizzazione quando potrai concludere ogni giornata con una visione chiara di ciò che hai ottenuto e di ciò che deve ancora essere fatto.
  2. Pulisci il tuo ufficio: Certo, il personale addetto alle pulizie si occupa delle basi, come passare l’aspirapolvere e portare fuori la spazzatura, ma un ulteriore attenzione non guasta.
  3. Elimina il disordine: Elimina mobili e altri oggetti che semplicemente non usi più. Riordina il tuo archivio conservando solo i documenti utili per lo svolgimento delle attività quotidiane. Più materiali puoi eliminare, più spazio mentale ti concedi.
  4. Fai della pulizia un’abitudine: La pulizia e l’organizzazione del tuo spazio devono essere eseguite in modo coerente. Non aspettare che le cose si accumulino perché è qui che entra in gioco lo stress. Fai in modo che il riordino e la pulizia siano parte della tua routine quotidiana.

Fonte: ThriveGlobal

Per approfondimenti si consiglia la lettura del libro: “Il magico potere del riordino” di Marie Kondo, Vallardi Editore.


Related Posts